Dalla parte della libertà

Volevo scrivere qualcosa di intelligente e sensato sulla strage di Charlie Hebdo, ma non ci sono riuscita. Almeno non ieri, a caldo, e neanche ieri sera mentre guardavo il dibattito (stucchevole e poco approfondito) in onda su La7, unica rete nazionale ad aver cambiato il proprio palinsesto ne va dato atto, per capire cosa fosse successo realmente, cosa stesse succedendo in quelle stesse ore. Non ci sono riuscita oggi, mentre scorrevo i giornali e i social network e i siti con gli aggiornamenti in diretta. Non ci riesco adesso. Perché, banalmente, io non riesco a crederci.

Continua a leggere